Ci sono due modi per presentarsi, il primo fa leva sull'emotività ed il secondo sulla razionalità.

Nel primo caso potremmo semplicemente dire che amiamo gli animali più di ogni altra cosa e aggiungere che meritano rispetto, attenzione e cure come e più degli esseri umani e che ci basta uno sguardo per capire ciò di cui hanno bisogno.

Tuttavia, chiunque desideri fare una buona impressione può avvalersi di una dialettica convincente, ma se tutto questo non è supportato da prove tangibili rischia di diventare  solo una manciata di belle parole.

Qui entra in gioco la parte razionale, che Noi abbiamo abbandonato anni fa. 

Chi, con il senno della ragione, accoglierebbe in casa numerosi trovatelli in cerca di aiuto e se ne prenderebbe cura per concedergli una vita longeva e felice privandosi di una vita propria solo ed esclusivamente per non fargli mancare nulla?

Chi si avventurerebbe in un Allevamento Amatoriale per preservare una razza antica, consapevole dei rischi previsti e del fatto che non si tratta di un'attività remunerativa?

 

Noi non ce lo siamo mai chiesti, perchè dopo trent'anni di relazioni feline non potremmo immaginare una vita diversa.

La convivenza e l'esperienza come Allevatori ci hanno insegnato a decodificare il Loro linguaggio per ascoltare la Loro voce.

Comprendere un malessere fisico ci ha permesso di prevenire e curare le malattie, riconoscere un disagio psicologico ci ha fornito gli strumenti per migliorare la convivenza.

Comprendere le Loro necessità ci ha spinti a stabilire delle regole e sottostare ad impegni che non sono diventati "DOVERI" ma "SODDISFAZIONI".

Eppure questo modo inconsueto ed incondizionato d'amare lo abbiamo imparato proprio da Loro e per questo non potremmo mai  rinunciare ad un sentimento che viene rinnovato e ricambiato ogni giorno da queste meravigliose ed angeliche creature.